sidam ratto tetti

Ratto dei tetti

TIPOLOGIA

Roditori

DIMENSIONE

16-18 cm

SETTORI INTERESSATI

Enti pubblici e privati Sanità Agroalimentare Ristorazione

Identikit

Rattus rattus

I ratti dei tetti, detti anche ratti neri, sono animali di colore grigio scuro, tendente al nero. Vivono in piccole colonie, sono molto agili e in grado di camminare su cavi e tubazioni. Tendono a colonizzare in particolar modo le parti alte degli edifici, come tetti e soffitte. Attivi soprattutto nelle ore notturne, sfuggono la presenza dell’uomo. Sono onnivori e prediligono frutta, cereali, semi, possono intaccare quindi produzioni e riserve alimentari. La loro presenza va identificata precocemente, per evitare proliferazioni che risultano poi difficili da risolvere.

Dove trovarli

  • Sottotetti
  • Depositi di cereali, industrie alimentari, mangimifici
  • Magazzini
  • Supermercati

Danni per l’uomo

I ratti dei tetti si nutrono in prevalenza di cereali, frutta e granaglie e possono infestare vari tipi di ambienti e danneggiare oggetti, arredi e impianti. I loro escrementi sono vettori di numerose malattie tra cui tifo murino, leptospirosi, salmonella, toxoplasmosi.

sidam ratto tetti

Come interveniamo

Ispezione

Accurata indagine all’interno e all’esterno degli ambienti, per identificare la presenza e la specie dei roditori infestanti, le zone di provenienza e i nascondigli.

Derattizzazione

Posizionamento di esche protette da specifici contenitori di sicurezza o di trappole del tipo Ekomille, ecologiche perché non contengono sostanze chimiche ed efficaci perché non causano fenomeni di resistenza. Grazie alla nostra esperienza, valutiamo l’entità dell’infestazione in base al consumo delle esche, alle catture e alle tracce rilevate. Il piano d’azione viene stabilito in modo personalizzato, in base alla situazione riscontrata.

Prevenzione

Le azioni preventive più importanti contro i ratti dei tetti sono quelle che impediscono il loro ingresso ai locali, aziendali o domestici. Fondamentale è quindi la manutenzione e il monitoraggio dei possibili punti di passaggio e nascondiglio dei roditori.